mercoledì 2 aprile 2008

Pizza

fino a ieri per me il termine Pizza stava semplicemente ad indicare la prelibata pietanza tutta nostrana a base di farina e pomodoro, ma da oggi è diventato il nome di colui che potrebbe spostare la data delle elezioni di 15 giorni...
siamo veramente "fantastici"...
è vero...
lui ha ragione...
voleva partecipare alle elezioni e glielo hanno impedito...
ha fatto ricorso...
ha vinto
e adesso vuole prendersi quello che gli hanno tolto...e regalarci altri quindici giorni di questa fantastica campagna elettorale...di dibattiti tv (con share bassissimi)... di par condicio...

ha vinto...
si potrebbe accontentare di quello...

1 commento:

francesca ha detto...

è tutta questione di NOMI, di ALIAS, non più di sostanza.
la pizza era un'altra cosa, ora il nome di una persona che vuole usare il nome di una cosa che non esiste più come tale ma fondamentale per raccogliere voti gratis.
c'è poi una lista con il nome di un personaggio delle fiabe ma al plurale, fatta di candidati che si chiamano più o meno come altrettante persone, cui vogliono sottrarre voti e simpatie, col meccanismo degli alias.
poi a un certo punto arriverà qualcuno che cantando "forzalitalia" si comprerà una compagnia aerea che ormai è solo un nome, cambiandolo un pochino, tanto l'altro non è più il nome di un partito, è a disposizione e può essere riciclato....
and so on