giovedì 1 ottobre 2009

...per tutto il resto c'è "la carta del dicastero"



Il ministro per l'Ambiente Stefania Prestigiacomo è indagata dalla Procura di Roma per l'ipotesi di reato di peculato in relazione a presunti acquisti di articoli di moda e di pelletteria femminile fatti utilizzando una carta di credito del dicastero della quale è titolare. L'iscrizione costituisce un atto dovuto in quanto gli inquirenti dovranno accertare se tali eventuali acquisti siano stati per motivi personali ovvero per ragioni istituzionali.

Non vuoi comprarti un bell'abitino per l'occasione...
non ci dobbiamo preoccupare, perchè una volta finito l'incarico lo restituisce...


Lo so, lo so...è un atto dovuto, non c'è nulla di certo, ecc...ecc...
ma la notizia era troppo divertente
Un ministro beccato a usare la carta del dicastero per comprarsi le sue cosette, cosa farà mai adesso, si dimetterà?

ma va...
siamo nel paese dello scudo fiscale...

a proposito dello scudo fiscale, che non vengano poi a dire che il governo non ha abbassato le tasse...
con lo scudo paghi solo il 5%, contro i 30/40% di noi comuni mortali...

e per ultimo, volevo ringraziare i rappresentanti dell'opposizione assenti alle votazioni, che hanno fatto mancare il numero che poteva essere sufficiente a bloccare lo scudo...
ma, come ha detto Fassino a RepubblicaTv, se ci fossero stati tutti loro, ci sarebbero stati tutti anche gli altri, e il risultato, alla fine, sarebbe stato lo stesso...

forse bisognerebbe spiegare a Fassino che, nel dubbio, la presenza di tutti sarebbe stata un bel segnale per il paese, avrebbe portato giovamento alla pessima immagine del PD, ci avrebbe fatto, anche solo per un attimo, pensare che l'opposizione esiste e che crede in quel che dice quando urla VERGOGNA...

Noi aspettiamo speranzosi dei segnali...

1 commento:

Andrew ha detto...

non ho parole