martedì 17 febbraio 2009

Scuola, religione fin dalle materne. A Milano un patto diocesi-Comune

Ora di religione in tutte le scuole, a Milano, dalle materne fino alle superiori. E per convincere gli alunni stranieri, una lettera della curia tradotta in sei lingue che consiglia ai ragazzi di seguire la lezione di fede cattolica per integrarsi meglio.

Per poter garantire alle 175 scuole dell'infanzia e a tutti i 23 mila iscritti l'insegnamento di religione sono state assunte a tempo indeterminato 46 educatrici ad hoc: maestre segnalate e garantite dalla curia. Nessun concorso pubblico, come invece avviene per le altre educatrici, ma stipendio comunale, come il resto del corpo docente nelle materne.

e già questo è scandaloso, ma ecco il contenuto della lettera scritta agli immigrati iscritti alle superiori,


«Forse sei un po' a disagio in Italia, non conosci le persone, la lingua, alcuni modi di vivere. La nostra storia è profondamente segnata da quasi 2000 anni di religione cristiana cattolica..». Al giovane lettore viene spiegato che a scuola c'è una disciplina «che può aiutarti a conoscere il pensiero e la storia della Chiesa. Se ritieni giusto partecipare, sarai ben accolto. Non sei obbligato, tanto meno a diventare cristiano», ma sappi, si legge nella lettera, che «questo corso vuol arricchire le tue conoscenze e portarti a comprendere meglio la tua religione e quella del paese che ti accoglie. Potrai affrontare tanti problemi, tra cui il razzismo e la tolleranza».

perchè il razzismo lo deve affrontare la vittima non il razzista...

1 commento:

Andrew ha detto...

perchè il razzismo lo deve affrontare la vittima non il razzista...

giusto