martedì 24 marzo 2009

Leggi ad personam



In America la Camera dei rappresentanti approva la tassazione straordinaria del 90% sui bonus distribuiti da Aig.
Il provvedimento passa con 328 voti a favore (243 democratici e 85 repubblicani) e 93 contrari (6-87), i duri dell’opposizione invocano l’incostituzionalità della legge perché considerata «ad personam»...

Partendo dal presupposto che fare leggi "ad personam" è comunque sbagliato, è "divertente" vedere come da loro una legge così definita, prevede una tassazione straordinaria su bonus dati a dei manger che hanno beneficiato di aiuti pubblici, fallendo comunque la loro missione,
mentre da noi prevede la possibilità di salvare una persona colpevole,
di salvare una compagnia fallimentare con i soldi pubblici favorendo un gruppetto di "volenterosi",
di consentire ad una persona di avere tre televisioni su 8...


e cosa dire di Cappellacci, nuovo presidente della regione Sardegna, che sta muovendo i primi veloci passi verso l'eliminazione della tassa sul lusso, tassa su barche sopra i 14 metri, aeroplani e seconde ville, non è anche questa una legge "ad personam"...

o della precisazione di Berlusconi sul piano casa:
"Il disegno che è circolato non è quello a cui io avevo già lavorato. Ho sentito cose che non saranno nel testo, cioé quelle che riguarda gli immobili urbani. Decreto o ddl che sia, si fermerà alle case mono e bifamiliari e alle costruzioni da rifare", non è anche questa una legge "ad personam"...

si...è vero, sono tutte leggi ad personam, solo che quella americana a prima vista tutela la maggiornaza dei contribuenti, le nostre tutelano solo i soliti quattro ricchi (che purtroppo non sono solo quattro)...

come era facile per Berlusconi quando dall'altra parte c'era Bush...

2 commenti:

Andrew ha detto...

infatti!

Blogger ha detto...

E' facile pure adesso per Silvio, chi ha votato Forza Italia sa solo che Obama è nero, mica ciò che fa.
Scusa ma oggi sono pessimista, pure troppo.
Blogger